Homepage Contatti Indice post & argomenti
 
HOMEPAGE CHI SONO BLOG NEWS GUESTBOOK MULTIMEDIA YOUTUBE SITI CONSIGLIATI CONTATTI
Blog

TOP CAR - ASTON MARTIN

Autore: Mauro Corbetta @ , 21 Aprile, 2013
Categorie: AutoMotive



Amici, nonostante un paio di mail che non apprezzano questi post, definendoli non in linea con Approdo, credo che le quasi 900 visualizzazioni di questa serie di post "Top Car" abbiano un buon potenziale e riscuotono interesse. E quindi proseguiamo con le eleganti Aston Martin, altre quattro supercar, tra le mie preferite della famosa casa automobilistica.

 

ASTON MARTIN DB4 ZAGATO GT (1961)
 
La splendida carrozzeria tutta curve a natali italiani, il disegno è opera della Touring di
Milano. La DB4 è una superleggera, su una struttura tubolare in acciaio, sono montati pannelli in alluminio.
Motorizzata con l'eccellente propulsore a sei cilindri, doppio albero a camme in testa, tutto in lega di alluminio, sempre per ridurre il peso,
La DB4 venne presentata per la prima volta al Salone dell'auto di Parigi, il successo fu tale che le vendite andarono benissimo, ancora oggi il modello più venduto nella storia della casa.
Le varianti sono la successiva versione Vantage potenziata, e l'elegante decapottabile Volante. Ma il massimo raggiunto sia in termini di potenza, sia di estetica, è la stupenda DB4 Zagato GT del 1961.
Realizzate in soli 19 esemplari, questa versione a passo corto aveva un'accelerazione incredibile per il tempo.
Venne sostituita dalla DB5 nel 1964, aveva tutti i pregi della versione precedente, e il non poco prestigio di essere l'auto di James Bond.
La DB6 segno la rottura con il passato, introdotta nel 1966, aveva dimensioni importanti e montava una coda Kamm.
 
Motore: anteriore 6 cilindri in linea
Cilindrata: 3670
Potenza: 240cv a 5500 g/min
Velocità max: 225 km/h
Accelerazione: 0-96 km/h in 9,3 secondi


ASTON MARTIN VANQUISH (2001)
 
Quando la Aston Martin passò alla Ford, si rese necessario creare un nuovo modello che riportasse l'antico nome al prestigio che le spettava. In un periodo di forte crisi per il mercato automobilistico, ci volle molto coraggio al presidente della Ford Jac Nasser a portare avanti questo progetto.
La divisione corse Cosworth della Ford per creare l'incredibile V12 della Vanquish, unì due - ottimi - V6 di derivazione Mondeo, su un solo albero.
La sua linea volutamente richiama le storiche DB degli anni '50 e '60, con materiali utilizzati di ultima generazione.
Nonostante la posizione anteriore del motore, la tenuta di strada è notevole, pronta ancora una volta a sfidare le più belle tedesche e italiane.
 
Motore: anteriore V12
Cilindrata: 5925
Potenza: 460cv a 6500 g/min
Velocità max: 315 km/h
Accelerazione: 0-96 km/h in 4,8 secondi


ASTON MARTIN BD9 VOLANTE (2006)
 
Progettata interamente al computer, concepita per essere sia coupé sia cabrio, ha una carrozzeria incredibile, studiata per inserire invisibili zone di resistenza alla pressione in caso di impatto, come l'invisibile paraurti, e anche la stessa targa sono parte integrante di questa sofisticata struttura resistente al crash.
Altra caratteristica unica, sono le porte, per facilitare l'accesso salgono fino a un'angolazione di 12 gradi. L'interno è lussuoso come ci si aspetta, confortevole e rifinito a mano, con una serie di strumenti e gadget altamente tecnologici.
Il sedile del guidatore è più basso, per assaporare meglio il cuore della DB9, un potente V12 da 6 litri in alluminio.
Montato in posizione ambigua, è quasi centrale per conferire una stabilità e un piacere di guida superiore.
 
Motore: anteriore-centrale V12
Cilindrata: 5935
Potenza: 450cv a 6000 g/min
Velocità max: 300 km/h
Accelerazione: 0-96 km/h in 4,9 secondi


ASTON MARTIN V8 VANTAGE (2006)
 
Creata per sfruttare il nuovo motore V8, si posiziona come rivale della Porche 911. Come le ultime Aston, il V8 è tutto in alluminio, costruito a mano nello stabilimento di Gayton in Inghilterra.
Il propulsore da 4,3 litri ha prestazioni da vera supercar. La posizione è anteriore ribassato all'interno della scocca per garantire un baricentro più basso, le conferiscono grande maneggevolezza e stabilità.
All'interno il guidatore e il passeggero, avvolti nel lusso, hanno sedili ribassati e vicino alla strada, per provare quello che Aston Martin definisce "sensazione speciale".
 
Motore: anteriore-centrale V8
Cilindrata: 4280
Potenza: 380cv a 7300 g/min
Velocità max: 282 km/h
Accelerazione: 0-96 km/h in 4,9 secondi


E ci siamo riusciti ancora, a giungere al termine di questa carrellata, per concludere al solito vi ricordo le altre Aston Martin già protagoniste su Approdo.

Mauro Corbetta

I vostri commenti ...

Vuoi commentare l'articolo?
 Nome
 Email
Il tuo commento
Codice
Verifica (riportare i numeri del campo codice)

1

Progetti

Google+

Ultime notizie

[04/06/2014]
BLOG IN MANUTENZIONE
 
[29/05/2014]
RIPRENDONO I LAVORI
 
[13/11/2013]
DI NUOVO IN PISTA
 
[24/06/2013]
SIAMO TORNATI ON-LINE
 
[20/06/2013]
NUOVO BLOG E NUOVO SERVER

Visitatori