Homepage Contatti Indice post & argomenti
 
HOMEPAGE CHI SONO BLOG NEWS GUESTBOOK MULTIMEDIA YOUTUBE SITI CONSIGLIATI CONTATTI
Blog

AMARCORD - SUPEREROI E VIDEOGIOCHI

Autore: Mauro Corbetta @ Venerd́, 29 Novembre, 2013
Categorie: Amarcord Videoludico



Mitici Approdati, vi mancava vero la nostra rubrichetta sui videogame che hanno fatto storia? Lo spunto di oggi viene da una bella scheda del DVG, da poco pubblicata, sul bel coin-op di Superman del 1988. Dato che la cosa mi intrigava, oggi ricordiamo i grandi supereroi in formato digitale.


Anche se oggi viene naturale associare i nostri eroi preferiti a film e videogiochi, il passaggio da carta e china al digitale non è stato indolore. Si iniziò con metterli in gameplay collaudati e adatti al loro mondo, si può dire che ogni grande sviluppatore di videogiochi ci abbia provato. E salvo qualche passo falso, l'idea è sempre stata vincente, a volte una struttura che magari normalmente sarebbe stata sciatta, con l'hype generato da icone come Spider-Man, Batman o gli X-Men li hanno trasformati in classici.

Tra i tanti coin-op ecco quelli che porto un ricordo nel cuore.

SUPERMAN - 1988 - TAITO

Non so perché a tanta gente non piaccia, il Superman della Taito è un gran gioco, divertente e vario. Voi siete ai comandi dell'Uomo d'Acciaio, per cinque vasti livelli di puro beat'em up multidirezionale, dispensando super cazzottoni ai più famosi avversari dell'imbrillantinato eroe.
Ovviamente non potevano mancare le sessioni di volo, che Superman sarebbe altrimenti? Pollice verso per la modalità a due giocatori, un Superman rosso proprio non esiste... gli costava tanto mettere uno sprite di Supergirl? 

BATMAN - 1990 - ATARI

Ispirato al bellissimo film di Tim Burton anziché al comics vero e proprio, questo tie-in del tenebroso eroe della DC ricalcava - ampliandolo - la struttura di gioco del mitico Batman Return per il Commodore Amiga.
Nel Batman di Atari si accoppiano sezioni di beat'em up furiosa a sezioni di guida sulla leggendaria Bat-mobile. Un buon titolo, peccato per il suo pessimo seguito indiretto... pollice verso - come il film d'altronde - per Batman Forever (1996 - Acclaim).

SPIDER-MAN - 1991 - SEGA

Miseriaccia, se il mio caro amico FlavioG7 dovesse leggere questo amarcord sul Ragnaggio, me lo farebbe pesare per tutta la vita  - io intanto la Jamma me la sono portata a casa...
Fatto sta che questo Hit di mamma Sega è tuttora considerato tra i migliori titoli del suo genere, uno splendido beat'em up dove non controlleremo solo l'aracnoide, ma anche quella gnocca di Black-Cat, accompagnata da Hawk-Eye e Sub-Mariner.
E con tanto arsenale d'attacco i nemici non potevano esser da meno, vi bastano Venom, Dr. Doom, Kingpin, Dr. Octopus e Goblin?

CAPTAIN AMERICA AND THE AVENGERS - 1991 - NIHON BUSSAN / AV JAPAN

Molto prima del film, i nostri eroi avevano già un videogioco, in questo adrenalinico action game proto-simmetrico, analogamente a Spider-Man, ci avrebbe permesso di usare oltre al protagonista Capitan America, anche i famosi vendicatori Ironman, Vision e Hawk-Eye.
I nemici da menare duro, con il pretesto di sventare i piani di Red Skull, comprendono gente come The Klaw, The Wizzard e Juggernaut. Mica bruscolini 

X-MEN - 1992 - KONAMI

Oggi il nome dei famosi mutanti è associato ai geniacci di Capcom, ma l'apparizione di questo franchise venne per la prima volta sfruttato da Konami per realizzare un bel beat'em up a scorrimento.
Tecnicamente superiore agli altri coin-op visti finora, grazie al sistema Jamma Plus, i protagonisti selezionabili sono ben sei: Cyclops, Colossus, Wolverine, Storm, Nightcrawler e Dazzler.

THE PUNISHER - 1993 - CAPCOM

E con questo grezzissimo titolo che la grande Capcom inizia a sondare le potenzialità dei tie-in legati hai comics, e vantando un'esperienza non da poco, basti pensare ai suoi classiconi Final Fight e soprattutto Cadilla&Dinosaur (Go! Go! ), imbastì su una potente Jamma CPS un action game con tutti i crismi, grafica curata e un gameplay grezzo, molto adatto alle caratteristiche del personaggio. Giocando in doppio, la spalla era nientemeno che Nick Fury.

X-MEN: CHILDREN OF THE ATOM - 1994 - CAPCOM

Gli X-Men traslocano e passano sotto l'ala protettrice della major di Osaka, il famoso sviluppatore però abbandona il classico beat'em up scorrevoli per un'azione più veloce e dinamica dei picchiaduro a incontri, terrento che gli è più congeniale. L'operazione riesce benissimo, come lo dimostrano lo stuolo di fan e sequel che si ricorreranno nel tempo.

MARVEL SUPER HEROES - 1995 - CAPCOM

Di fatto il gioco di prima, con una tonnellata di personaggi in più, e se conoscete il vasto phanteon degli eroi Marvel, sapete cosa vi attende. Operazione commerciale di sicuro, ma resta comunque un gran gioco, che non deluse i fan.

X-MEN VS STREET FIGHTER - 1996 - CAPCOM

Visto il grande successo riscontrato, alla Capcom decisero di alzare ancora di più la posta in gioco, proponendo un improbabile crossover dei più azzardati della storia dei videogiochi. E ancora una volta avevano visto giusto, il videogioco funziona e stravince, un altro successo.

MARVEL SUPER HEROES VS STREET FIGHTER - 1997 - CAPCOM

Lo sempre detto, Ryu e soci sono troppo tosti, e devono averlo pensato anche alla Capcom, visto che gli scagliano contro tutto l'universo Marvel al gran completo. Un ulteriore upgrade di una serie che pare inarrestabile, grande successo che spianò la strada al prossimo capitolo...

MARVEL VS CAPCOM - 1998/2000 - CAPCOM

Immenso, titanico, così vasto da richiedere due episodi per contenerlo tutto, è riuscito ad affermarsi come uno dei più grandi franchise di sempre. Innovazioni riguardano anche il gameplay, ispirato come pochi, grande grafica, e sopratutto con un rooster sconfinato. Ha portato nuova linfa vitale al mondo dei picchiaduro bidimensionali.

SPAWN - 2000 - CAPCOM

Con questo nuovo titolo Capcom optò per un drastico cambiamento nel concepire i suoi super-hero games, proponendo una struttura di gioco ispirata ai deathmach degli fps, con visuale in terza persona anziché la canonica in prima. Risultato interessante, molta adrenalina, anche se un po caotico.


La lista ovviamente è ben più lunga, basta pensare all'inesauribile fonte di ispirazione da cui trarre, tra fumetti, manga e comics che sfornano personaggi che ben si adattano ai videogiochi, e questo genere, ormai a se stante, ha letteralmente invaso il mondo di coin-op e dei sistemi home. Per ora ci fermiamo qua, ma non è detto che presto su Approdo tratteremo i videogiochi ispirati a Ken il Guerriero, Dragonball e ai loro inevitabili e improbabili crossover come il bellissimo Capcom Vs Tatsunoko.

Mauro Corbetta

I vostri commenti ...

Vuoi commentare l'articolo?
 Nome
 Email
Il tuo commento
Codice
Verifica (riportare i numeri del campo codice)

1

Progetti

Google+

Ultime notizie

[04/06/2014]
BLOG IN MANUTENZIONE
 
[29/05/2014]
RIPRENDONO I LAVORI
 
[13/11/2013]
DI NUOVO IN PISTA
 
[24/06/2013]
SIAMO TORNATI ON-LINE
 
[20/06/2013]
NUOVO BLOG E NUOVO SERVER

Visitatori