Homepage Contatti Indice post & argomenti
 
HOMEPAGE CHI SONO BLOG NEWS GUESTBOOK MULTIMEDIA YOUTUBE SITI CONSIGLIATI CONTATTI
Blog

AMARCORD - FISH!

Autore: Mauro Corbetta @ Giovedì, 14 Novembre, 2013
Categorie: Amarcord videoludico




Ciao amici, il sottotitolo del post suonerebbe circa "la storia del pescione di K", e se non sapete che è K non posso che consigliargli di farvi un giretto in RetroEdicola, se invece non conoscete Fish! continuate a leggere questo post 

A dirla tutta prima di pubblicare il numero 1 di K, non conoscevo dove saltasse fuori il "pescione" in copertina - nome coniato ad hoc dall'amico Andrea Pastore - se non fosse saltato fuori quasi per caso il nome di Fish! - uno dei videogiochi più strani che abbia mai visto - e da li a cercare una copia del gioco è stato breve.

E non è stato una ricerca facile - e al buon Fabiano De Masi, che ha dato la dritta sul nome del pescione, devono aver fischiato parecchio le orecchie - ma alla fine ho trovato il mio Fish! per Amiga - uscito nel 1988 è disponibile anche per C64, Spectrum ZX, Atari ST e ovviamente per PC - e dopo averlo finito, non possono che raccontarvi di questo "viaggio" onirico.


I ragazzi della Magnetic Scrolls non avevano alcun dubbio: il meglio della vita è essere un pacioccoso pesciolino dorato, libero di gironzolare allegramente per il suo castello di plastica, mentre il mondo esterno si riflette, distorto, sui vetri bombati della boccia circostante...


Questo illuminante "segreto", che da tempo non era più un mistero per l'agente-interdimensionale n.10, si sarebbe purtroppo trasformato in una irraggiungibile chimera quando il generale Panchax avrebbe bruscamente interrotto la sua vacanza "ittica" richiamandolo in servizio con l'onere di salvare il lontano pianeta Hydropolis Fins: un branco di perfidi esseri dal volto umano e il corpo di pesce lacerati dalla brama di prosciugare tutte le risorse idriche.


Ritornare a forma umana in quel tondeggiante ammasso di oggetti, persone e situazioni che aveva ormai imparato a guardare come un mero dipinto appeso nel suo soggiorno, il nostro eroe si sarebbe dovuto giocare ben dell'osso del collo per poter ritornare alla placida tranquillità della sua comodissima ampolla...
L'escursione che ci avrebbe catapultato alla volta della "cosmologia" di Fish! prendeva corpo sotto la formula di una grottesca avventura grafico-testuale, il cui irresistibile appeal era prevalentemente insito nella possibilità di risolvere ogni sorta di enigma, puzzle o intrigo, "traslando" all'interno della psiche dei più svariati organismi abitanti l'universo, al fine di utilizzarne le singolari capacità.


Permeato di una fitta coltre di umorismo surrealista, il lungo "viaggio" per Hydropolis ci vedeva pertanto interagire con razze, contesti e ambientazioni dai contorni davvero strambi.

Mauro Corbetta

I vostri commenti ...

Vuoi commentare l'articolo?
 Nome
 Email
Il tuo commento
Codice
Verifica (riportare i numeri del campo codice)

1

Progetti

Google+

Ultime notizie

[04/06/2014]
BLOG IN MANUTENZIONE
 
[29/05/2014]
RIPRENDONO I LAVORI
 
[13/11/2013]
DI NUOVO IN PISTA
 
[24/06/2013]
SIAMO TORNATI ON-LINE
 
[20/06/2013]
NUOVO BLOG E NUOVO SERVER

Visitatori